“Ottocento in collezione”, la grande mostra al Castello

Una nuova importante mostra, a un anno dall’inaugurazione de “Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi”, tornerà ad animare le sale del Castello visconteo-sforzesco: “Ottocento in collezione – Dai Macchiaioli a Segantini” è il titolo dell’esposizione, che si terrà dal 20 ottobre al 24 febbraio, organizzato dall’associazione Mets Percorsi d’arte in collaborazione con il Comune e la Fondazione Il Castello di Novara, il patrocinio della Provincia di Novara e della Regione e il sostegno del Banco BPM e dalla Fondazione Crt.

Emilio Longoni, La piscinina

La mostra è curata da Sergio Rebora ed Elisabetta Staudacher con il comitato scientifico del quale fanno parte Luisa Martorelli, Fernando Mazzocca e Aurora Scotti Tosini.

Giuseppe De Nittis, Eleganze ad Hyde Park

«La mostra – spiega l’assessore alla Cultura Emilio Iodice – ci darà occasione di ammirare, in otto sezioni tematiche, ottanta capolavori di pittura e scultura, tutti provenienti da raccolte private che testimoniano, di fatto, la diffusione del collezionismo negli ambienti alto-borghesi nel XIX secolo. Un fenomeno di effervescenza culturale, questo, dal quale anche Novara fu profondamente interessata e non solo sul piano strettamente artistico: oltre a Paolo e Adele Giannoni, ai quali si deve l’omonima Galleria d’Arte moderna dei Musei civici, una delle più pregevoli del Piemonte con capolavori Plinio Nomellini, Giovanni Fattori, Rubaldo Merello, Angelo Morbelli, Pietro Gaudenzi, vale la pena di ricordare il ruolo avuto dall’esploratore Alessandro Faraggiana, “padre” del Museo di Storia naturale, il primo nel suo genere a livello regionale».

Carlo Fornara, L’Aquilone

Tra le opere in mostra al Castello ci saranno quelle di Giovanni Boldini, Giuseppe De Nittis, Giovanni Fattori, Carlo Fornara, Domenico e Gerolamo Induno, Silvestro Lega, Angelo Morbelli, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Giovanni Segantini, Federico Zandomeneghi.

Silvestro Lega, Curiosità

«“Ottocento in collezione” – aggiunge l’assessore Iodice – diventa pertanto un’importante occasione di dialogo tra la collezione della Galleria d’Arte moderna “Paolo e Adele Giannoni” e il Castello visconteo-sforzesco, i due principali contenitori culturali della nostra città, che saranno protagonisti di iniziative di valorizzazione integrata per tutto il periodo della mostra: l’amministrazione ha infatti inteso promuovere e incentivare la conoscenza del Complesso monumentale del Broletto e della Galleria “Giannoni”, permettendo ai visitatori di “Ottocento in collezione” di usufruire dell’ingresso gratuito per visitare la stessa Galleria presentando il biglietto acquistato per l’esposizione al Castello. Inoltre sarà promosso un calendario di eventi e percorsi culturali presso la Galleria a corollario della mostra ospitata dal Castello>>.

Gli orari di apertura della mostra sono da martedì a domenica dalle 10 alle 19 (chiusura della biglietteria alle 18). Sono previste aperture straordinarie il 1° novembre, l’8 dicembre, il 26 dicembre, il 1° gennaio, il 22 gennaio. L’esposizione resterà chiusa il 24, 25 e 31 dicembre.

Giuseppe De Nittis, Tra le spighe del grano

Il costo dei biglietti è di 10 euro per l’intero, 8 euro per il ridotto riservato riservato a Over 65, Under 26, gruppi di almeno quindici persone, soci di enti convenzionati. L’ingresso è gratuito per i bambini sotto i 6 anni. Il prezzo per le scolaresche è di 5 euro. Il costo delle audioguide è di 3 euro e quello del catalogo (Edizioni METS Percorsi d’arte) di 30 euro in mostra e di 35 euro in libreria.

Per prenotazioni gruppi e visite guidate è necessario rivolgersi ad ATL Novara (telefono 0321.394059, mail info@turismonovara.it).

 

La foto grande è Giovanni Boldini, Il cappellino nuovo

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here