Paolo Cirri: «Volontariato ucciso dalla burocrazia»

A margine della presentazione di “Novara Risorgimentale”, il contenitore di eventi per i 170 anni della Battaglia della Bicocca, Paolo Cirri, segretario dell’associazione Amici del Parco della Battaglia, ha sollevato un problema che potrebbe mettere fine alle future rievocazioni.

«Le associazioni come la nostra, che fanno volontariato in ambito culturale – ha denunciato – sono soffocate dalla burocrazia, un problema ben peggiore della cronica mancanza di risorse».

Il motivo principale? «Per ricevere dei contributi – ha spiegato – tutti ci chiedono una fattura, quando in passato bastava una normale ricevuta. Noi abbiamo un bilancio, è tutto regolare, ma non possiamo emettere fatture perché non abbiamo partita Iva. E’ inutile, per esempio, che la Regione predisponga un fondo per rievocazioni storiche se poi non possiamo accedervi per mancata fatturazione: infatti è dal 2015 che non facciamo alcuna richiesta. Non ha senso essere trattati, noi che abbiamo budget da poche migliaia di euro, come enti che fanno girare milioni: se si decide che attività come la nostra debbano farla società commerciali, ebbene noi tiriamo giù la saracinesca».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here