Per due giorni Novara sarà… spagnola

Per due giornate, l’11 e il 12 maggio, Novara ricorderà il suo passato spagnolo. “Novara Spagnola è il titolo della manifestazione che si articolerà tra cultura e intrattenimento (scarica qui il programma completo )

«L’evento è stato possibile – hanno spiuegato gli assessori Emilio Iodice e Laura Bianchi – grazie al sostegno economico della Fondazione Crt e della Compagnia di San Paolo e alla collaborazione della Provincia di Novara, dell’Atl, della Consulta per la Novaresità al suo debutto, e di “121 Eventi”, oltre che di numerosi altri soggetti. Saranno organizzate conferenze di contenuto storico della Novara del periodo seicentesco e dei suoi protagonisti, incontri sulle influenze linguistiche che ancora oggi sono presenti nel dialetto locale e sull’arte. Quindi visite guidate gratuite ai luoghi più significativi e visite teatralizzate che contribuiranno a creare l’atmosfera. Da segnalare, inoltre, il lavoro svolto dai ragazzi del Liceo artistico e coreutico “Casorati” che, oltre a esporre alla Biblioteca civica “Negroni” i disegni dedicati all’evento, in questi due giorni s’improvviseranno urban sketcher per raccontare, all’interno del progetto “Novara e Provincia, una finestra sul territorio e attraverso i propri disegni, gli scorci e i luoghi storici novaresi».

“Novara spagnola” sarà anche un grande momento di intrattenimento. Tra piazza Gramsci, piazza Matteotti, via Rosselli, corso Cavallotti, via Greppi, piazza Tornielli una vera e propria zona dedicata alla festa in strada e alla movida, con installazioni, performance di musica e danza, stage di flamenco, scorribande con personaggi in costume, laboratori creativi dedicati ai bambini proiezioni, videomapping.

«Grazie alla collaborazione con Ascom-Confcommercio e Confartigianato – aggiungono Iodice e Bianchi – è stato possibile coinvolgere numerosi ristoranti che proporranno per l’occasione menù a tema. Inoltre il 12 maggio in piazza Matteotti, grazie alla collaborazione dei cuochi delle condotte di Slow Food Colline Novaresi e Valsesia e della ProLoco di Fontaneto d’Agogna sarà proposta un pranzo a base di paella, il piatto tipico della gastronomia spagnola, cucinato con il riso storico della Bassa Novarese Razza 77 e con la possibilità di degustazione in loco o di asporto. Un ulteriore modo per unire, anche a tavola, due culture con una storia comune».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here