Piemonte quinta regione in Italia per spese sanitarie private: alcuni suggerimenti per risparmiare

 

 

Negli ultimi anni alcune voci di spesa sono andate aumentando per i cittadini italiani e, tra queste, quello della spesa sanitaria privata è sicuramente uno dei casi più eclatanti. Siccome si parla infatti di voci sempre più elevate, tanto che non tutte le famiglie sono in grado di affrontarle dovendo ricorrere, infine, a richiedere un finanziamento. La regione Piemonte, per quanto virtuosa sotto determinati aspetti come quello relativo al ticket sui farmaci, purtroppo detiene ancora il quinto posto nella classifica italiana per la spesa sanitaria privata, con un totale di 2 miliardi e 62 milioni di euro.

 

 

La crescita inarrestabile della spesa sanitaria privata

 

Come anticipato poco sopra, in questi anni abbiamo assistito ad un vero e proprio boom della spesa sanitaria privata, con un +10% nell’ultimo quinquennio. È un fenomeno che ovviamente va a gravare sul bilancio delle famiglie, considerando che il 70% dei cittadini italiani – ogni anno – paga di tasca propria almeno una spesa o prestazione di questo genere. Si parla dunque di un trend che purtroppo riguarda circa 44 milioni di persone, con un livello medio di spesa che si attesta intorno ai 655 euro pro capite.

 

Non sono positive nemmeno le previsioni: secondo gli esperti del settore, infatti, nel 2025 il totale di spesa aumenterà di altri 20 miliardi di euro. Per quanto quindi siano state adottate anche soluzioni regionali per venire incontro alle famiglie i costi tenderanno comunque ad aumentare, e nella classifica delle regioni italiane maggiormente colpite il Piemonte appare quinto. Peggio hanno fatto soltanto – in ordine decrescente – la Lombardia, il Lazio, il Veneto e infine l’Emilia Romagna.

 

 

Come risparmiare sulle spese mediche

 

Risparmiare è sempre possibile anche quando si tratta di spese mediche, dato che basta solamente fare attenzione ad alcuni fattori e adottare determinati accorgimenti più sostenibili dal punto di vista economico. Innanzi tutto, quindi, si può cominciare a cercare una polizza sanitaria come Helvetia SiCura, l’assicurazione per la tua salute che permette di mettersi al riparo anche da eventuali spese sanitarie accessorie cui prima non si era pensato, come ad esempio quelle post intervento. Naturalmente esistono altre opzioni molto valide sotto questo punto di vista, come nel caso degli screening gratuiti, offerti dal sistema sanitario nazionale. Alcuni esempi riguardano il Pap test, il test del sangue occulto nelle feci e le mammografie.

 

Si tratta dunque di esami totalmente gratuiti, che è possibile svolgere presso le ASL di riferimento della propria città. In secondo luogo, occorre fare attenzione anche alla dichiarazione dei redditi, visto che abbiamo la possibilità di detrarre le spese per la salute e di ottenere poi un rimborso. Esistono altre dritte utili per risparmiare su queste voci di costo? Una delle più efficaci riguarda gli acquisti in farmacia, optando ad esempio per un prodotto a marchio generico. Chiaramente, in ogni caso, prima occorre confrontarsi con il farmacista, dato che non sempre l’efficacia è identica rispetto ai farmaci di marca.

 

Nonostante le spese in continuo aumento, quindi, è comunque possibile riuscire a risparmiare: basta semplicemente imparare a mettere in atto i giusti accorgimenti.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here