Progetto Lions per una “nuova” città di Novara

I Lions novaresi (Host, Ticino, Broletto e Ovest Ticino) hanno presentato un loro progetto ad ampio respiro sulla vivibilità della città.

«Progettare un cambiamento – spiega Gerolamo Farrauto, vice-governatore (e prossimo governatore) del Distretto Lions (nella foto) – è obbligatorio per chi vuole guardare al futuro, non temendo le grandi sfide ma essendo consapevoli che sin da oggi dobbiamo cominciare a plasmare la nostra città per renderla più dinamica, propositiva ed efficace».

Il punto di partenza del progetto è il centro storico, in particolare piazza Martiri, di cui si prevede la pedonalizzazione in coincidenza con il parcheggio della Curia, ma in prospettiva si ragiona anche sulla modifica del piano della viabilità.

Tre le linee-guida suggerite dai Lions. La prima prevede di ampliare l’isola pedonale, con considerevole miglioramento della fruibilità del centro quale area di relax, shopping e ritrovo.

La seconda è la determinazione degli effetti potenziali della variazione dei flussi di traffico nel medio termine e la terza l’effetto sulle attività commerciali.

«Chiudere la viabilità aumentando il verde nel percorso che porta dalla stazione ferroviaria al Castello potrà portare un notevole miglioramento della vita cittadina. Ovviamente, cercando di evitare di tagliare in due la città, predisponendo anche parcheggi esterni e navette per il centro» ‘è scritto nel progetto dei Lions.

Il progetto avrebbe dovuto essere presentato pubblicamente alla città. Ma l’epidemia lo ha impedito.

La solidarietà dei Lions si è fatta sentire anche in occasione dell’emergenza-coronavirus, con 44 mila euro destinati alle strutture sanitarie e 38 mila investiti in buoni-spesa.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here