Quando il vino stimola il turismo

Fara, Sizzano, Ghemme, Boca: comuni del Novarese ma anche denominazioni di vini che hanno festeggiato i 50 anni del riconoscimento doc (il Ghemme è poi diventato docg). E sette comuni che rientrano nei territori delle doc hanno ricevuto un attestato durante una cerimonia in Camera di commercio: Fara e Briona per la doc Fara; Sizzano; Ghemme e Romagnano Sesia per la docg Ghemme; Boca e Maggiora per la doc Boca.

All’evento sono intervenuti il presidente dell’associazione nazionale Città del Vino Floriano Zambon e il vice presidente Stefano Vercelloni (coordinatore regionale delle Città del Vino del Piemonte e vice sindaco di Sizzano). E a Novara si è tenuto anche il consiglio nazionale “Città del vino”.

Al di là della produzione e della qualità dei vini e della commercializzazione, quello che è emerso (ed è stato sottolineato da Maria Rosa Fagnoni, presidente dell’Atl) è il connubio tra bottiglie d’eccellenza e turismo: un connubio che deve ancora crescere molto, ma la strada è tracciata.

Fotogallery di Maurizio Tosi

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here