Sergio Vedovato, lettera aperta al Pd: «Ma lo volete qualche voto in più?»

Sergio Vedovato, con un curriculum Pci-Pds-Ds-Pd, già parlamentare e presidente della Provincia, ha scritto una lettera aperta al Pd, dopo il “suicidio” di questi giorni.

Al Partito Democratico

di Novara

Dopo molti anni anni di militanza, nel 2015 ho restituito la tessera del PD e, alla luce delle non mirabolanti imprese di Renzi, non me ne sono pentito.

Sono quindi uno dei tanti che il 3 marzo ha intravisto una possibilità che il PD fosse in grado di voltare pagina e di costruire una reale alternativa di sinistra ad una destra sempre più aggressiva e incapace di offrire al Paese una prospettiva di sviluppo economico e sociale nel quadro di un’Europa rinnovata.

Ho votato e quando ho visto i risultati delle primarie ho mandato un messaggio a un dirigente locale: “ e adesso vedete di non buttare via tutto”.

Invece sembra proprio che a Novara non abbiano capito nulla. Stanno già litigando per stabilire chi sarà in lista per le elezioni regionali.

Da non credere! Appena c’è un segnale positivo si ricomincia da capo. Ci sono un Assessore e un Consigliere  regionali uscenti che meritano di essere riconfermati e si inventano delle primarie farlocche per far entrare in lista anche l’ex Presidente della Provincia che altrimenti rimane senza un ruolo.

Come se non bastasse nella Direzione si  salda una maggioranza posticcia solo per far dispetto a a uno e per aiutare un altro, secondo una logica di scambio di piccolo cabotaggio. La stessa che in questi anni a portato il PD a percentuali che raggiungono a malapena le due cifre in molti Comuni, compreso Borgomanero, malgrado la presenza di esponenti di primo piano (si fa per dire).

Per fortuna almeno i Segretari di circolo si sono ribellati dimostrando più lungimiranza dei dirigenti provinciali.

Mi chiedo: qualche voto in più lo volete si o no?

Fateci sapere.

Grazie

Sergio Vedovato

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here