Serie B a 19 squadre, niente ripescaggi: Novara in Lega Pro

L’impudenza della Lega di Serie B è oltre ogni limite. Non solo, in spregio a ogni regolamento, decide di dire no ai ripescaggi e di presentare un campionato a 19 squadre (lunedì nascerà il calendario), ma addirittura arriva a scrivere in un comunciato ufficiale che «si riserva ogni azione in ogni sede nei confronti di tutti coloro che si sono resi e si renderanno responsabili di condotte e comportamenti e azioni antigiuridiche, illegittime e pregiudizievoli nei confronti della Lega e/o delle società associate».

Non è difficile leggere tra le righe la minaccia nei confronti di quelle società (il Novara in primis) che si sentono danneggiate nei loro interessi da una decisione contro ogni regola della Lega. Ma ben difficilmente la società azzurra si lascerà minacciare da Mauro Balata, il presidente che si è comportato esattamente come il suo predecessore Abodi, o da Claudio Lotito, che secondo i bene informati sarebbe dietro questa strategia.

Un’altra battaglia è appena cominciata.

Così il Novara ripartirà dalla Lega Pro, un campionato che si sarebbe meritato se non fosse che altre società (quelle non iscritte) hanno violato le norme e falsato il campionato. Il Novara è retrocesso per demeriti suoi e per la concorrenza sleale di società alle quali la stessa Lega che ora alza i toni contro il Novara (e le altre) aveva concesso di partecipare nonostante mancassero i requisiti.

Non fosse che ci eravamo immaginati una fine così, diremmo che è una vergogna.

Volendo, ci sarebbe un’altra considerazione: a parte che il campionato è stato venduto a Dazn per la partecipazione di almeno 20 squadre, bisogna essere degli scienziati a pensare che quattro retrocessioni con 19 squadre siano meglio di 4 retrocessioni a 20.

Ora non ci resta che fare il tifo perché la Salernitana di Lotito retroceda.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here