Servizi Corecom per la provincia di Novara

Conferenza stampa congiunta, tra Provincia, Comune e Comitato regionale per le comunicazione del Piemonte (Corecom), per parlare della nuova era del Corecom Piemonte tra conciliazioni in web conference e cyberbullismo. E’ stato illustrato il nuovo obiettivo sulla provincia di Novara da parte di un ente che l’assessore comunale Mario Paganini ha definito «figura importante al fianco dei cittadini e tramite forte per recuperare quel senso di vicinanza che è spesso mancato».

L’obiettivo sul quale si sono accese le luci riguarda la volontà di creare sinergie con le istituzioni presenti sul territorio per garantire maggiore fruibilità dei servizi ai cittadini. «I servizi del Corecom ci sono, sono disponibili e sono efficaci» ha tuonato il presidente Corecom Alessandro De Cillis che, rivolgendosi alla provincia novarese, ha fornito i dati di “utilizzo” da parte dei cittadini. «Nel 2017 – ha aggiunto De Cillis – il Corecom ha chiuso 6.299 contenziosi e 197 sono state le istanze provenienti dalla provincia di Novara. Un cittadino su 500 è torinese mentre uno su 1500 chiede aiuto dalla provincia di Novara».

Scopo della conferenza è stato proprio quello di presentarsi ai cittadini con «la pluralità di competenze e servizi» ha spiegato il vice presidente Gianluca Martino Nargiso. «Con la nuovo legge regionale sul cyberbullismo – ha aggiunto Nargiso – per la prima volta in Italia il Corecom avrà incarichi specifici. Questa legge dota il Corecom di nuovi strumenti che ci permettono di svolgere un monitoraggio sul fenomeno. Grazie alle nuove competenze, abbiamo la possibilità di controllare e operare una situazione di contrasto più efficace».

Per offrire le medesime opportunità agli abitanti di tutte le province piemontesi, grazie al protocollo di intesa firmato tra Giunta e Regione, il Corecom ha informatizzato e decentrato il servizio di conciliazione, rendendolo fruibile in tutto il territorio regionale e attivando postazioni per le udienze a distanza grazie alle web conference nelle sedi Urp di ogni capoluogo di provincia. Ed ecco altri dati forniti: «Nel 2017, sono state 748 udienze in web conference, con un incremento del 34% rispetto all’anno precedente. Il 12% di queste udienze si è svolto presso l’Urp di Novara».

Valeria Abate

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here