Smaltimento rifiuti, posta sotto sequestro ditta di Marano

Un’azienda di Marano Ticino operante nel settore del recupero di rifiuti terrosi e da demolizione è stata posta sotto sequestro dai carabinieri forestali, che hanno operato insieme a ufficiali di Polizia Giudiziaria della Procura di Novara, funzionari di Arpa Novara e militari della Guardia di Finanza.

L’azienda, nel passato mese di maggio, aveva già subito il sequestro di una parte dei rifiuti messi a riserva a seguito di un’attività di indagine condotta dai carabinieri forestali e dalla compagnia della Guardia di Finanza di Borgomanero. Erano state contestate l’illecita gestione dei rifiuti, la violazione delle prescrizioni autorizzative e l’abuso edilizio conseguente all’illecita variazione di destinazione d’uso di parte dell’area adibita al deposito del materiale. L’azienda, infatti, pur dotata di autorizzazione ambientale, risultava aver gestito i rifiuti in netta difformità alla stessa autorizzazione ed in violazione alle prescrizioni del piano regolatore.

A seguito degli accertamenti condotti è emerso che il materiale terroso presente all’interno della ditta, in parte non veniva trattato, in parte lavorato in maniera non conforme alla legge ed all’autorizzazione al fine di garantirne il lecito riutilizzo. Era, inoltre, impossibile una corretta ricostruzione di filiera del materiale trattato all’interno dell’azienda.

Sono stati denunciati i due titolari dell’azienda, due cittadini italiani residenti in provincia di Novara. Sono stati contestati i reati di gestione illecita di rifiuti, realizzazione di discarica abusiva, violazione delle prescrizioni autorizzative e violazione edilizia per aver destinato ad uso difforme parte delle aree nella disponibilità dell’azienda stessa.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here