Smog, dal 12 ottobre limitazioni alla circolazione

Entrerà in vigore lunedì 12 ottobre l’ordinanza del sindaco di Novara relativa al “Piano di intervento operativo contenente misure per il miglioramento della qualità dell’aria” durante la stagione invernale 2020/2021.

Il Comune di Novara, adeguandosi alle linee di indirizzo veicolate dalla Regione Piemonte, adotta il documento che prevede limitazioni strutturali alla circolazione veicolare, ulteriori misure non legate alla circolazione veicolare e limitazioni temporanee alla circolazione stessa a seconda del tipo di allerta (arancio e rossa).
LIMITAZIONI STRUTTURALI: divieto di circolazione dalle 0.00 alle 24 per tutti i veicoli euro 0 (sia benzina che diesel), euro 1 e 2 Diesel; divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì per i veicoli euro 3 diesel e dal 1 gennaio 2021 euro 4 diesel.
ALLERTA “ARANCIO”: si attiva dopo 4 giorni consecutivi di superamento del valore di riferimento dei pm10 e prevede il divieto di circolazione veicolare dalle 8.30 alle 18.30 dei veicoli euro 4 diesel; divieto di circolazione dalle 8.30 alle 12.30 il sabato e i festivi dei veicoli euro 3, 4, 5 con alimentazione diesel.
ALLERTA “ROSSO”: si attiva dopo 10 giorni consecutivi di superamento dei limiti di concentrazione dei Pm10 e prevede: divieto di circolazione dei veicoli commerciali con omologazione uguale o inferiore ad euro 4 diesel dalle 8.30 alle 18.30, il sabato e nei festivi; divieto di circolazione dei veicoli commerciali con omologazione uguale a euro 5 diesel dalle 8.30 alle 12.30 tutti i giorni.
Come lo scorso anno, sono diverse le deroghe che saranno previste dall’ordinanza.

«In tutto il Nord Italia, entrano in funzione le misure previste dalla normativa europea e regionale – spiega il sindaco Alessandro Canelli –L’ordinanza terrà però anche conto delle esigenze dei cittadini e dei lavoratori che confluiscono in città quotidianamente. Le deroghe previste, infatti, pur nel rispetto dei livelli di allerta, consentono agli anziani e a chi non si può permettersi l’acquisto di una nuova automobile di circolare ugualmente in città, così come a varie categorie di lavoratori e di fasce cosiddette ‘deboli’».

(Immagine di repertorio)

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here