Test sierologici agli insegnanti, lunghe code all’Asl

Mentre i media nazionali sottolineano la ridotta volontà di molti insegnanti nel sottoporsi ai test sierologici per la ricerca di anticorpi specifici nei confronti del virus SARS Cov2 richiesti per presentarsi all’apertura delle scuole, a Novara succede che molti docenti hanno dovuto fare lunghe code (come si vede nelle foto inviatici da una lettrice di ‘TgNovara’) all’Asl dove sono in corso i prelievi.

Le code, inaspettate, hanno obbligato ad attese di ore, tanto che in molti si sono organizzati per andare a comprare generi di conforto.

Code inaspettate, perché il sistema prevede che siano i medici di medicina generale ad eseguire ai propri assistiti, insegnanti nel pubblico, i test. Ma poiché uno dei sindacati di categoria non ha firmato l’accordo con il governo, i suoi iscritti si rifiutano di eseguire i test e i docenti loro iscritti si devono rivolgere all’Asl. Ricordiamo che tutta l’operazione è su base volontaria.

Migliore la situazione a Borgomanero alla sede della Continuità Assistenziale via Cavigioli dell’Asl.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here