Tre verdure di stagione che non tutti conoscono e i consigli per cucinarle

 

Decidere ogni giorno cosa mangiare è spesso difficile e si finisce per rimanere a corto di idee in cucina. Ecco che a questo punto torna utile sapere che esistono moltissime varietà di verdura, alcune di cui spesso nemmeno siamo a conoscenza, da sfruttare per cucinare tantissimi piatti diversi. Vediamo tre verdure di stagione poco note e i consigli su come cucinarle per gustarle al meglio.

L’indivia belga o cicoria bianca

L’indivia belga, conosciuta anche con il nome di cicoria bianca, è un tipo di insalata che appartiene alla stessa famiglia del radicchio e non a caso ne condivide la croccantezza e il retrogusto amarognolo. L’indivia belga è una buona fonte di vitamine A, C e del gruppo B, essenziale per il benessere dell’apparato cardiovascolare, povera di sodio e ricca di acqua, ha proprietà diuretiche e depurative. Reperirla non è difficile grazie a grandi catene di distribuzione, come avviene con l’indivia belga dei Fratelli Orsero, che consegnano questi prodotti in tutta la penisola. Come si cucina questa verdura? L’indivia è ottima mangiata cruda in insalata, ma in inverno è possibile prepararla in padella, stufata con un goccio di olio extra vergine e, a piacimento, l’aggiunta di uvetta o frutta secca. È ottima anche gratinata al forno, basta tagliarla a metà condirla con un trito di pane grattugiato, parmigiano, sale, pepe ed erbe aromatiche, infine cuocerla in forno preriscaldato a 200 gradi per 20 minuti.

Il topinambur o rapa tedesca

Il topinambur, chiamato anche rapa tedesca, è un tubero dalle molteplici proprietà nutrizionali, molto digeribile e gustoso in cucina. Protegge la flora intestinale e favorisce la crescita dei capelli, contiene pochissime calorie e, poiché è naturalmente privo di glutine, è un alimento ideale per chi soffre di celiachia. Si tratta di un ortaggio davvero versatile in cucina, da consumare sia crudo che cotto al forno, al vapore oppure fritto. Per preparare delle buonissime chips di topinambur basta tagliarlo a fette sottilissime, condirle con olio e paprika o con qualche spezia a vostro piacimento, metterle su una teglia con carta forno e cuocerle in forno già caldo per un’ora a 180 gradi.

Il sedano rapa o sedano di Verona

Il sedano rapa, chiamato anche sedano di Verona, è una varietà di sedano con la radice carnosa che è possibile consumare sia cotta che cruda. Il sedano rapa è povero di calorie e ricco di vitamine, ha proprietà diuretiche e depurative, per questo risulta perfetto da consumare in una dieta dimagrante. Potete cuocere la radice del sedano rapa sia in padella, tagliata a cubetti o a bastoncini, che in forno a fette grandi e condito con sale, pepe e olio extra vergine. Buonissimo anche al vapore o bollito in acqua bollente salata e poi condito con un filo d’olio e una spolverata di origano.

 

Guardandoci intorno è facile scoprire tutto quello che la stagione ha da offrire e, come appena visto, le idee per cucinare piatti diversi e originali sono davvero tante.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here