Tre volte in vantaggio e tre volte rimontato: per il Novara 3-3 amaro a Piacenza

Se neppure tre gol in trasferta sono sufficienti per vincere, allora è davvero dura. Il Novara ha sciupato a Piacenza una grande occasione per tornare alla vittoria (l’ultimo successo è del 21 ottobre) e per mister Marcolini è ancora pareggio: tre volte in vantaggio, per tre volte gli azzurri si sono fatti rimontare.

Su un campo ai limite del praticabile, il Novara ha mostrato voglia e grinta, cercando la vittoria fino all’ultimo minuto. Niente di nuovo sul piano del gioco, ma almeno nel secondo tempo si sono visti undici giocatori pronti a tutto pur di conquistare i tre punti. In tempi di vacche magre, è già qualcosa…

Incomincia bene il Novara e al 14’ Panico (foto d’archivio), un po’ defilato, non riesca a infilare Libertazzi in uscita. Al 27’ ecco il gol del primo vantaggio: Panico sulla destra approfitta di uno svarione di Bruzzone e libera Collodel a due metri dalla porta vuota. Il Piacenza reagisce con una traversa di Maio e poi l 42’ Maritato di testa insacca il momentaneo 1-1.

La ripresa è tutta di mra azzurra: al 52’ Panico centra il palo con un gran tiro da fuori e poi Zigoni di testa (complice il portiere di casa) trova il 2-1. Al 6’ il Piacenza trova il 2-2, con Maio che chiude un contropiede (!) beffando Lanni. Al 75’ ancor avanti il Novara: Cisco (buon secondo tempo) si invola sulla destra e appena dentro l’area è messo giù. Panico trasforma il penalty. Partita finita? Macché: ancora una volta un cross dalla fascia sorprende la difesa azzurra e Pedone anticipa Bellich e insacca di destro. E’ il 77’ e il Novara ci prova ancora, con un gran sinistro di Natalucci che sembra diretto all’incrocio ma Libertazzi si riscatta e salva il risultato.

Da segnalare l’esordio di Hrkac dal primo minuto: non pervenuto.

Domenica altra trasferta per il Novara, in casa della Pergolettese.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here