Una app per evitare lo spreco alimentare

Evitare lo spreco alimentare e allo stesso tempo dare la possibilità di un risparmio economico al consumatore: è l’obiettivo del progetto “Too good to go”, approvato q dalla giunta comunale di Novara.
«Il progetto – spiega Elisabetta Franzoni, assessore al Commercio, nella foto – prevede l’attivazione di un’app attraverso la quale gli operatori del settore alimentare o della ristorazione aderenti ed iscritti all’applicazione potranno recuperare e vendere online e a prezzi ribassati il cibo invenduto a fine giornata, ma ancora buono per essere buttato».
Il progetto prevede che i ristoratori e i commercianti iscritti all’applicazione possano mettere in vendita le cosiddette ‘Magic Box’ con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi rimasti invenduti alla fine della giornata di lavoro e che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo.

Allo stesso tempo, scaricando l’app sul telefonino e geolocalizzandosi, i consumatori possono trovare locali aderenti e acquistare con un semplice tap sull’applicazione pasti a prezzi minimi, tra i 2 e i 6 euro. Una volta ordinata la Magic Box sarà possibile pagarla direttamente tramite app e ritirarla nella fascia oraria specificata per scoprire cosa c’è dentro.

Unico impegno economico quello relativo all’adesione del commerciante che comporta un costo di 39 euro annuali per l’iscrizione, comprensivo di formazione ed assistenza telefonica e in loco, se necessaria.

«Troppo spesso – conclude Franzoni – vediamo buttare via cibo ancora buono ma non più utilizzabile il giorno dopo dai commercianti o ristoratori. Con questo progetto, diamo un piccolo contributo per limitare lo spreco alimentare in città».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here